Conosciamo il cuore del progetto DUPLOMATIC MS per il Padiglione degli Emirati Arabi Uniti



Intervista a Carlo Vergano, Project Manager for UAE Pavilion at EXPO 2020

L’avventura di EXPO 2020 è iniziata diversi anni fa. L’obiettivo, abbastanza insolito, era quello di applicare la meccatronica ad un edificio, costruendo sostanzialmente una macchina al di sopra di una struttura unica al mondo.

L’elemento chiave era realizzare qualcosa di tecnicamente ineccepibile, con la funzione di avere un effetto scenografico: applicare le competenze nel settore industriale non per produrre ma per realizzare qualcosa di esteticamente bello e sorprendente.

Probabilmente i visitatori di Expo non se ne renderanno conto, ma dietro questo progetto ci sono una significativa complessità tecnica e una notevole capacità gestionale.

Creare questo sistema di movimentazione, capace di aprire e chiudere con simultaneità ed armonia le 28 ali che lo costituiscono e che rappresentano il dispiegamento delle ali di un falco, animale simbolo degli Emirati Arabi Uniti, è stato un compito molto ambizioso, che stiamo portando a termine grazie a competenza, determinazione e dedizione.

Straordinaria è stata la capacità di Duplomatic di tuffarsi in questo progetto con l’impegno - mai venuto meno - di portarlo a termine nel migliore dei modi. Non si tratta certamente del core business dell’azienda ma la volontà e le competenze hanno fatto sì che in Expo Duplomatic sia conosciuta e considerata un’eccellenza. Le nostre soluzioni tecniche, orientate al miglioramento delle performance ed al risparmio energetico, seppur del tutto diverse e innovative rispetto a quanto inizialmente previsto, il nostro approccio di portare sul tavolo le criticità per affrontarle e risolverle, la flessibilità, la disponibilità e la capacità di trovare soluzioni alternative e risolutive sono state le caratteristiche che ci hanno contraddistinto, sempre presenti e riconosciute dal Cliente.

Nella Business Unit Turnkey Projects di DUPLOMATIC MS pensiamo che sia questo l’approccio che ci ha portato a vincere la gara di appalto ed a poter consegnare, dopo inimmaginabili vicissitudini, questa macchina al cliente finale: l’emiro di Abu Dhabi.

Abbiamo interpretato il nostro compito su due livelli:

  • creare un sistema affidabile e apparentemente semplice all’interfaccia utente;
  • spettacolarizzare la movimentazione, dedicando la massima cura alle sfumature che fanno la differenza tra un prodotto che funziona ed un oggetto bello.

Le funzionalità ingegneristiche, per una volta, non sono state al centro della commessa, ma il fulcro è stato la loro capacità di rendere il livello estetico atteso dalla creatività del progetto.

In un certo senso, abbiamo cercato di utilizzare e trovare i “numeri giusti” per creare un’emozione. In questo modo l’effetto visivo sovrasta e nasconde la dimensione funzionale, che non si vede ma è il vero cuore pulsante della macchina.

Creare la macchina capace di muovere le ali del tetto del padiglione degli Emirati Arabi Uniti ci ha dato l’opportunità di confrontarci con realtà nuove, sia per l’approccio tecnico del mondo construction, sia per la realtà gestionalmente intricata di Expo 2020.

Alla fine, il risultato è arrivato: il tetto si dispiega in meno di 3 minuti (in numeri: 180 secondi con una tolleranza di meno di un secondo, ma l’occhio umano non percepisce i micromovimenti che abbiamo creato per evitare le vibrazioni della ali), creando così un effetto scenico ”extraordinary”, come ci ha detto la delegazione di Calatrava International invitata a visionare questo l’aspetto estetico.

L’apertura e la chiusura possono essere pianificate secondo il calendario definito, ma un operatore è sempre presente per dare il comando di inizio procedura per ragioni di sicurezza e per gestire le aperture straordinarie durante gli eventi notturni arricchiti da giochi di luce grazie alle migliaia di led multi cromatici programmabili installati ai bordi delle ali.

 

I mesi di EXPO 2020 necessitano anche del service e della manutenzione?

Certamente un sistema così complesso deve essere assistito da un team di manutenzione e supporto sempre presente e preparato.

Grazie alla considerazione di cui gode, il contratto per la manutenzione e l’assistenza è stato assegnato a Duplomatic Middle East: Parte del sotterraneo dell’edificio è dedicato allo stoccaggio dei ricambi di pronto intervento in modo da garantire in minimo tempo di fermata possibile.

Trattandosi in fondo di un prototipo, dalle complesse scelte progettuali, Expo 2020 si è subito resa conto che DUPLOMATIC MS era la soluzione più indicata.

È un meccanismo molto complesso, con sensori, circuiti idraulici ed impianti elettrici a cui ogni notte il nostro Team provvederà per la cura e la manutenzione, affinché le aperture e chiusure siano sempre perfette e in linea con gli standard.

 

Il Futuro del Padiglione UAE di EXPO 2020?

L’edificio resterà vivo anche dopo EXPO perché sono in corso progetti per la realizzazione di un polo museale che lo integrerà come simbolo dell’intera nazione.

N. ali movimentate: 28 - N. mesi di progetto. 42



Condividi



Ultime News



DUPLOMATIC TALKS. Oggi parliamo con...

Oggi parliamo con Roberto Renzini, Direttore BU Hydraulic Systems - Duplomatic

Roberto Renzini, Direttore BU Hydraulic Systems

In Duplomatic dal 2000 ha attraversato diverse aree aziendali con un obiettivo e una sensibilità particolari per l'organizzazione e la valorizzazione delle persone. Una storia professionale davvero molto interessante che aiuta a capire il vero valore di Duplomatic.

“NOI PROTAGONISTI INSIEME. Credere in NOI e nel nostro lavoro, per essere PROTAGONISTI del nostro presente e costruire INSIEME il nostro futuro" è il suo motto. Leggete l'intervista per scoprire il perché

 

 

 


SCARICA i contenuti MEDIA


Archivio news, comunicati e articoli

12/10/2021 News
Pompe a ingranaggi esterni e motori

  A Parma stiamo lavorando alle pompe ad ingranaggi esterni e ai motori La sede di Parma di Hydreco Hydraulics Italia sviluppa pompe a...

11/10/2021 Primo piano
Il Gruppo Duplomatic partecipa a CIAME 2021 in Cina

  La meccanizzazione agricola in Cina è la nuova sfida del Gruppo Duplomatic L’industria delle macchine agricole in Cina...

08/10/2021 Primo piano
Ansa - A muovere le ali del Padiglione UAE è la tecnologia italiana

L'agenzia Ansa ha dedicato al progetto di Duplomatic per il Padiglione degli Emirati Arabi a EXPO 2020 Dubai un articolo Vi segnaliamo questo...

Archivio newsletter